[it] Quel razzismo dentro di me.


Mbèh, c’è da sorridere detto da uno come me. Ma non posso fare che notarlo. A me.

RazzaStesso.

Certo…. potrei parlare a difesa di quei poveracci che continuamente sbarcano sulle coste europee (ok, ok…in gran parte italiane) per scappare da guerre, fame o miseria. E mi sentirei “nel giusto”. Chi può accusarmi di aver torto quando dico che essere nato italo franco tedesco (etc) è soltanto un discorso di fortuna? E non di merito.

Crede forse il tedesco che sarebbe stato cosi testardo a rimanere nel suo “Deutschland” se la situazione economica non fosse migliorata dopo l’ultima guerra? Io non credo. E mi sto basando sulle mie convinzioni con un testimone chiamato “muro di Berlino”. Dove sappiamo tutti quante vittime a fatto. Ed erano tutti tedeschi.

Crede forse il meridionale che ha il diritto di andare a Miami, Londra o in Svezia per una vita migliore ma un Gabonese o Ugandese, no? Ovviamente che no. Eppure….

Eppure mi sento un po (un pochettino, ino ino ino) razzista. STOP. Alt. Non saltate in su di gioia (tipo “avevamo ragione, avevamo ragione“).

Se io mi sento cosi è perché quando vado a Parigi e voglio visitare la Torre Eiffel sono assaltato da centinaia (non è una esagerazione) di africani che vogliono vendermi di tutto. Ma proprio tutto. Ok. va bene i souvenir, ma quando è troppo è troppo. Quasi non riesci ad alzare la testa dalla terra per paura di non essere agganciato di due-tre persone che ti offrono la loro merce. Sono tornato dal centro con un gusto amaro deludente…. ed una decina di torrette souvenir (eh già…provate a non comprare niente).

Mi sento un po razzista pure quando esco la sera, nella bellissima città di Colonia (Koln) con il suo bel Duomo Protestante. Solo che se hai un po di fame ti devi accontentare (non del wurstel…magari) ma di restauranti turchi, i chickens pakistani o i tacco messicani. Tutta roba piccante. Eppure avrei voluto vedere (assaporare) la caratteristica di una cucina bavarese, ruhrese. O comunque germanica.

Un altro paese uguale sono i Brexit-ini. Ci siete mai stati in Londra per caso? Ho avuto l’occasione de vederla questo gennaio. Con la fortuna di essere accompagnato dal mio amico Mike K. Londonese hundred percent. Ricordo di averli chiesto di portarmi a fare l’abbondante breakfast inglese. Non avrebbe centrato se mi sarebbe piaciuto. L’importante era la curiosità. Poi, la sera mi avrebbe portato in un ristorante “where its a good eat“. Insomma, mi ha portato in un tipico ristorante….. bengalese. Con tanto di perry perry e chilly a go go. Credetemi, per chi ha problemi con i emorroidi è una rampa di lancio. Verso oltre la Luna. Nel ultimo giorno ho conosciuto in fine il breakfast inglese. Con tanto di bacon e uova. Soltanto che il ristorante si chiamava Franky and Benny. (Che sono due italiani immigrati in America ed hanno aperto una catena di ristoranti). Per non parlare dei Chicken Wings e Crispy Potatos indiano pakistani che farebbe arrossire d’invidia pure il famoso KFC. E cosi…. sono tornato dall’Inghilterra più confuso di prima. E deluso.

Poi, ci sarebbe Spagna. Con i sud americani. La Francia, con con la cucina algerina. C’è pero qualcosa che oddio anche in Italia, perdonatemi.

Io oddio i Napoletani.

E non è un discorso di superiorità o inferiorità. Ma li oddio per il semplice fatto che hanno una città bellissima, che potrebbe essere un gioiello turistico. Al pari di Venezia, di Roma o qualsiasi città turistica del mondo. Ma che per colpa di suoi stessi abitanti è diventata una città vietata ai turisti. Una città che oltre alla immondizia è pericolosa. Una città che non ha rispetto per le regole. Ma che addirittura si vanta di non esserlo. Ed ai turisti, la cosa non è attraente affatto. Io vorrei visitare Napoli. La sera camminare per le sue vie. Essere incantato dalla sua cultura. Dalla sua gente. Dalla sua cucina. Cose utopiche, almeno per ora. Peccato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

il nuovo blog del gatto sylvestro

dicono che i gatti hanno 7 vite.......

Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Dilema omului de rand

Cu càt incerci sa fi mai explicit, cu atàt sunt mai confuz.

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: