[it] Non abbiamo il diritto (sopratutto noi )


imagesDa qualche settimana sento dentro la mia testa una sorte di furia. Ed è per la prima volta che essa si riversa sui miei concittadini. Cioè rumeni. Il fatto è che non mi riconosco più in quello che pensano. A questo punto mi chiedo se mi sono cosi talmente trasformato io (allontanandomi dal modo di pensare carpatico), oppure ci sono proprio loro a pensare diversamente di una volta.

Di cosa si tratta?

Ecco, recentemente sono andato a gironzolare un po in internet tra le varie postazioni della stampa rumena (quella online). L’attenzione mi era caduta sul attuale problema europea che sconvolge la tranquillità quotidiana. Cioè l’ondata di profughi che si sono riversati dal continente nordafricano. E devo dire…. sono rimasto sbalordito. Ho letto le opinioni dei lettori che si schieravano contro queste povere anime quasi inorridito.

Ora, io riconosco il fatto che un tale afflusso non può continuare per molto tempo. E che tutto ciò avrebbe (o avrà) un effetto negativo sulle nostre economie. Non mi nascondo dietro un dito. Il problema c’è, esiste. Ma tutto fa parte di un rompicapo puramente economico, oppure di masse che si spostano al improvviso. E chiaro che i nostri governanti dovranno trovare (e presto) una soluzione.  Altrimenti, presto sentiremo l’effetto. Che (almeno al inizio) non sarà affatto positivo.

Quello che pero a fatto effetto (devo dire, nauseante) su di me, è il fatto che la gente non si preoccupava minimamente di tutto ciò. Trova invece nella loro religione una demonizzazione fatale per un eventuale futuro del Europa. Questa gente non vede delle famiglie che scappano dalla guerra, ma vedono soltanto dei terroristi pronti a innescare bombe. Non vedono gente disperata, ma uomini che correranno dietro alle donne per stuprare. Non vedono la disperazione nei occhi dei bambini, ma i futuri kamikadze jihadisti. Ma come?

Proprio noi, che abbiamo riempito ogni angolo benestante di questa Europa. Proprio noi che siamo scapati, non dalla guerra, non dalla morte, ma da una miseria economica, e sopratutto morale (dei nostri governanti)? Che non mi sembra peggio. Sappiamo oggi a gridare “NON LI VOGLIAMO”.

Che restassero nel loro paese e combattere” dichiara alcuno di questi insensibili. Combattere? Contro chi? Da una parte un dittatore che non vuole mollare “l’osso” e disposto a bombardare suo popolo pur di restare presidente. Da l’altra, una frazione integralista che non ha il minimo di perdono contro quelli che non condividono i suoi inseguimenti. Vi sembra questa una situazione di poter combattere?

Esiste un piano diabolico di invadere l’Europa. Questa gente è stata mandata con un scopo.” Ma davvero? E quale sarebbe il motivo di aver convinto migliaia di famiglie ad abbandonare le loro case, i loro luoghi e portarsi le loro donne, i loro bambini verso territori che non conoscono? Certo che ci vuole una buona dose di convinzione. Ma non vi rendete conto che con tutte le vittime (bambini) che hanno passando il Mediterraneo, che sono stati picchiati dalle autorità serbe, croate, ungherese, che contro la fame, la sete (a volte) non si sono fermati? Questa vuol dire semplicemente DISPERAZIONE.

Ma proprio noi parliamo? Che ci sono piene le galere del mondo dei nostri stupratori, ladri, assassini? Che siamo i più riconosciuti truffatori del web? Noi parliamo? Vergognatevi.

P.S. Una curiosità. I più ferventi nemici dei profughi (sul web rumeno) sono le donne. Ho avuto delle scintille nei commenti che ho combattuto con donne che si erigevano difensore “della cultura e mentalità europea”. Mah….

Annunci

12 responses to this post.

  1. E’ un sentimento molto diffuso, quello che descrivi tu.
    Forse al fondo c’è paura, insieme all’intolleranza.

    Rispondi

  2. Torno. Promesso.

    Rispondi

  3. Avevo scritto un commento lunghissimo, ero sicura di averlo visto pure pubblicato, che fine ha fatto???

    Rispondi

  4. Cercherò di riassumere il concetto che avevo espresso. La natura umana è questa: non si tratta di essere italiani o rumeni, l’umanità è formata da tanta gente egoista, che non riesce a mettersi nei panni degli altri neanche se quei panni sono stati i propri (anzi, in quel caso è una ragione in più per rinnegarli). Andiamo blaterando che la vergogna del secolo scorso sia un fenomeno archiviato, ma io sono sicura che, qualora se ne presentassero le condizioni, l’umanità reagirebbe nello stesso anno, masse di aguzzini e delatori, e piccoli focolai di eroi, a difesa dell’intera umanità.

    Comunque consolati, si dice che uno straniero si sia veramente integrato quando comincia a vedere gli altri come stranieri (e non li sopporta! 😉 ).

    Rispondi

  5. Beh prima di criticare la situazione europea rileggerei la storia dei primi anni del 900 quando gli europei sbarcavano in America e venivano trattati peggio di come oggi vengono trattati i profughi in Europa. Nel senso che qui, per quanto molte nazioni si stiano ritirando, un piano di accoglienza c’è stato o comunque la solidarietà di alcuni italiani e di alcuni greci persiste. Vedasi Lampedusa… Comunque concordò con DM. È una questione di egoismo più che di paura. Si ha l’impressione che vengano a rubare il pane, quando invece tra di loro c’è gente più aculturita di molti di noi.

    Rispondi

  6. Posted by cavaliereerrante on 7 giugno 2016 at 12:46 PM

    @Valentino, vecchia pellaccia d’ un camionista … dove ti trovi ??? Hai seguito le elezioni amministrative ?!? 😯

    Rispondi

  7. Carissimo cavaliere. Sempre vagabondo sulle “road” europee. Momentaneamente a Colonia. Per quanto riguarda le elezioni, perchè vuoi rivinarmi la giornata?

    Rispondi

  8. Posted by cavaliereerrante on 7 giugno 2016 at 6:01 PM

    Dai, @Vale … dopo i primi, deliranti entusiasmi dei peppegrillini, ecco che le cifre nude e crude stanno spiegando molte cose prima sfuggite ai più . E le cifre dicono che il PD ( che non è perfetto, che in alcuni è anche corrotto … ma vivaddio l’ unico partito vero ), pur mostrando seri problemi a Napoli ed a Roma, ha stravinto in tutta Italia e, credo, stravincerà anche a ottobre, quando gli Italiani, col doppio referendum, si pronunceranno definitivamente !
    Quindi, sursum corde amico mio … e stammi bene a Colonia o ovunque ti trovi !
    E, se vedi un rospo che si trascina in strada dopo le prime piogge, e Tu che ami la natuta cerchi di evitare di schiacciarlo, accertati bene che sia un batrace … chè se invece fosse l’ orrendo @brunetta … passagli sopra col Tir ! 😀

    Rispondi

  9. Ciao Valentino, come va? Sei sparito dal Web!

    Un caro augurio per le feste, passate e future. 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

CIVUOLEPOCO

BASTA ESSERE SEMPLICI

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

il nuovo blog del gatto sylvestro

dicono che i gatti hanno 7 vite.......

Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

Dilema omului de rand

Cu càt incerci sa fi mai explicit, cu atàt sunt mai confuz.

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: